Arcobaleni nel buio

Arcobaleni nel buio by [Piccola_iena]
Arcobaleni nel buio, a photo by [Piccola_iena] on Flickr.

Questo non è un periodo felice.
Questo è un periodo pieno di pensieri, di lacrime.
Questo è un periodo in cui le piccole cose sono quelle che mi rendono felice.
Questo è un periodo pieno di arcobaleni nel buio.
Questo è un periodo che non vedo l’ora finisca.

"Possibile che faccia meno freddo in una chiesa
che nelle vostre locande scintillanti
col bagno per disabili e la TV appesa?
Fiere di un mondo in cui non esistono più i viandanti,
un mondo in cui ognuno dovrebbe restare fermo dove nasce,
e se poi cresce imparare a star nel fango
come bisce,
a inventarsi l’acqua se finisce,
invece che andar lontano per avere le mani sporche,
ruvide e le suole lisce.
E quando capita chi almeno un poco ti capisce
far durare quanto riesci una mano stretta forte,
ma io ho solo due mani e una è sempre fissa sulla fronte,
l’altra la do a tutti
senza più giustificarmi,
ma spesso è troppo tardi
e mi guardi come guardi gli altri.
E non so più cosa augurarmi
e con quali parole parlarti:
dimmi cosa pensi."

Just listen

Blog | 500px

Annunci

14 pensieri su “Arcobaleni nel buio

  1. Sovente sono stata qui. Semplicemente ho preferito restare in silenzio. Lo preferisco di gran lunga a milioni di parole inutili. Poi le tue foto già fanno tanto tanto, con accezione benevola si intende, “rumore”. Di conseguenza, si può solo restare a guardare in silenzio. A presto 🙂

    • Ti ringrazio, come sempre, davvero tanto per le tue parole…
      Se le mie foto fanno o no “rumore” non lo so, parlano semplicemente di me stessa. Se, poi, questa cosa arriva anche ad altri, soprattutto persone che non conosco di persona, non posso che esserne felice.

      Ti abbraccio forte, anche se virtualmente. 🙂

  2. Beh è pur sempre un abbraccio! 😉
    Ogni cosa ha il suo “rumore” di fondo. Alcuni assordandi, altri più sordi. Le persone in special modo, fanno un gran caos. Per questo preferisco il silenzio. Ha il suo rumore, suono che è decisamente assordante. Ma evita di sentire tutto il resto e di concentrarsi su ciò che davvero conta. Per ciò che trasmette la tua arte e creatività, tu fai un gran caos. Hai tante cose dentro. Isola un pò di rumori di fondo. A sentire un suono per volta. Chissà che non ti aiuti a trovare un attimo di felicità.

    😉

    • E’ una cosa che mi piacerebbe davvero fare: isolare ogni singolo rumore, come quando ascolto musica. Isolo le singole tracce di ogni strumento, per notare particolari che, nell’insieme, spesso sfuggono.
      Nella vita, purtroppo, non ci riesco. Mi sembra sempre di esser circondata da rumori assordanti, che creano solo disagio. Rumori spesso causati da stupidità e ignoranza, ma che non posso evitare, in alcun modo. E stupidità e ignoranza sono un’accoppiata poco gradevole.

      Dovrei cercare di metterci più attenzione, di svegliarmi e dire: “Oggi è un giorno come tutti gli altri, andrà tutto bene!”, come mi ha consigliato una cara ragazza questa sera.

      Ma credo sia solo questione di abitudine. O di testardagine mia, nell’ostinarmi a credere che la gente non può essere così stupida.

  3. Sei bellissima e la tua foto è meraviglia. E non preoccuparti per la tristezza: lei c’è, lo so, è vero; ma ci sono anch’io, e ti abbraccio. Forte, forte.

    • Sandra mia bella!
      Sul bellissima, lo sai, non ci ho mai creduto molto… Ma si sa, la bellezza è negli occhi di chi osserva ed è in grado di farlo con attenzione e calma. 🙂
      La tristezza c’è, purtroppo. E non vedo l’ora di sentirla svanire. Sarà come scaricare a terra un pesantissimo fardello portato in spalla per anni.

      Ti abbraccio, anche io, fortissimo, con tutto il bene che ti voglio. E aspetto il momento in cui ti rivedrò, col tuo bel sorriso. ♥

  4. La stupidità e l’ignoranza c’é sempre stata e sempre ci sarà.non puoi cambiare le medaglie e i suoi rovesci. É una questione di equilibri naturali.sapendo ciò che esiste a questo mondo puoi scegliere soltanto da quale parte della medaglia stare e da lì fare del tuo meglio.saper riconoscere le cose,che si parli di giusto o sbagliato o di stupidità o intelligenza,da un vantaggio e la misura esatta di ciò che si vuole e si cerca.i cambiamenti non sono esteriori ma interiori.ciò che ti circonda difficilmente potrai cambiarlo.ciò che sei,vorrai essere é solo frutto di tue scelte e decisioni.

    • Il punto è che più tento di allontanare ciò che mi è attorno, più mi viene addosso. E’ un circolo vizioso, che continuerà finché non esploderò come una bomba a orologeria.
      Non si possono cambiare i due lati di una medaglia, ma ci provo, finché c’è voglia e pazienza. Quando, poi, non ci sarà più neanche un briciolo di calma, credo farò “strage” di amicizie e conoscenti. Che è sempre meglio perderli che trovarli.

  5. Per esperienza ho imparato che se ci sono dei loop relazionali che si ripetono e si notano delle impercettibili minuziose similitudini,con lo stesso epilogo o le identiche amarezze,delusioni é perché sfugge qualcosa che é necessario comprendere per passare allo scalino successivo.potrebbe essere un punto da dove iniziare a valutare le situazioni che ti circondano ed a fare il passo successivo,liberartene senza dover necessariamente fare guerre atomiche o esplosive.fa più danni un atteggiamento calmo e deciso che una guerra che dissemina vittime e dove non si riconosce più chi è carnefice e chi vittima.

    • Questo lo so, perfettamente.
      Il punto è un altro: la vittima, spesso, sono io. Perché lascio stare, perché lascio correre, perché sono calma, paziente e accondiscendente. Fino all’inverosimile, per ogni atteggiamento sbagliato, o che fa male. La mia soglia di sopportazione è davvero tanto, tanto alta. Finché, poi, una goccia, una piccola, minuscola goccia, fa traboccare il mio vaso. Allora, lì, dico ciò che ho evitato di dire, per quieto vivere e civile convivenza, divento carnefice come mai sono stata prima e, con calma, lucidità e decisione taglio i rami secchi. Che le potature fanno sempre tanto, tanto bene. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...