IoNonDimentico – 27 Gennaio 1945

Quei numeri, seppur non tatuati sulla mia pelle, sono reali. Quei numeri, dal 24 maggio 1944 al 6 maggio 1945, sono stati il “nome e cognome” di Natalia Tedeschi, una dei pochi (su un numero così grande… Sì, pochi!) sopravvissuti alla bestialità dell’uomo.
Io, se ci penso, non riesco affatto a capacitarmi. Riprendo tra le mani “Se questo è un uomo” e rabbrividisco nel leggere le frasi sottolineate, tempo fa, dalla mia penna. Rabbrividisco ad ogni parola, a dire il vero. E rabbrividisco al solo pensiero che sono esseri umani come me ad aver compiuto quei gesti verso dei loro simili, verso loro “fratelli”.
E allora mi incazzo come una belva. Perchè, dopo tutti questi anni, il 27 gennaio ci si ricorda di questi avvenimenti, ed il 28… Nulla. Il 27 gennaio giornali, tv, radio, scuole, internet son pieni di articoli, immagini, inserti speciali, servizi, film, musica, pensieri… Ed il 28 ci si dimentica di tutto.
Il giorno della memoria è OGNI GIORNO. Perchè ogni giorno dovremmo imparare dai nostri errori. Perchè ogni giorno dovremmo cercare di evitare, con tutte le nostre forze, che eventi simili si ripetano.
Non so neanche cosa ho scritto, e, pardon, son stata prolissa come mai… Ma scrivo come fotografo: di getto (e forse anche da schifo).
Concludo con parole non mie, ma che gelano il sangue, ad ogni lettura:

Allora per la prima volta ci siamo accorti che la nostra lingua manca di parole per esprimere questa offesa, la demolizione di un uomo. In un attimo, con intuizione quasi profetica, la realtà ci si è rivelata: siamo arrivati al fondo. Più giù di così non si può andare: condizione umana più misera non c’è, non è pensabile. Nulla è più nostro: ci hanno tolto gli abiti, le scarpe, i capelli; se parleremo, non ci ascolteranno, e se ci ascoltassero, non ci capirebbero. Ci toglieranno anche il nome: e se vorremo conservarlo, dovremo trovare in noi la forza di farlo, di fare sì che dietro al nome, qualcosa ancora di noi, di noi quali eravamo, rimanga.”
Primo Levi, “Se questo è un uomo”

Più informazioni su Natalia Tedeschi qui.

Annunci

4 pensieri su “IoNonDimentico – 27 Gennaio 1945

  1. mi piace tanto la foto, col bianco della pelle che viene fuori dal nero; lo stesso nero di quella parola fatta di numeri.
    Sei brava, perché si coglie bene quello che senti, quando scrivi questo post. E posso quasi rivedere le tue sottolineature sulle pagine di quel libro. Ti abbraccio forte, anima sensibile (ricordi, “anima sensibile”? la riascoltavo oggi (: ).

    • Tesoro, tu sei sempre molto gentile e molto, molto buona.
      Son contenta che questa mia impulsività, per quanto priva di ogni logica, riesca a trasmettere quel che sento.
      Le sottolineature sul libro fanno male. Guardo quella copertina verde, ogni tanto, ed abbasso lo sguardo, che diventa cupo. Ed è solo uno sguardo.
      Grazie per essere passata di qui, cara! I tuoi commenti mi fanno sempre molto, molto piacere! ♥ ♥ ♥ ♥

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...